Dal 7 giugno in libreria Il ballo e l’incendio di Daniel Saldaña París, un romanzo potente e audace, scritto con una prosa precisa e attenta.

Dopo anni di separazione, tre vecchi amici si ritrovano di nuovo a Cuernavaca, una città circondata dagli incendi dove non piove più da tempo e la cenere e il fumo offuscano il cielo.

Natalia, Erre e Coniglio formano un triangolo che li lega fin dall’adolescenza, ma l’amicizia, il desiderio, le complesse relazioni genitori-figli, le difficoltà di diventare adulti e trovare il proprio posto del mondo, li costringono a un confronto finale tra passato e presente. Sullo sfondo degli incendi che devastano il paesaggio provocando un senso di reclusione e incertezza, va in scena la coreografia creata da Natalia e ispirata alla mitica Hexentanz, ballo espressionista che si rifà alle danze delle streghe e alle epidemie di ballo medievali.

A questa danza Daniel Saldaña París intreccia i passi delle vite dei tre amici e le movenze di una città, Cuernavaca, che assume un protagonismo speciale, uno spazio apocalittico di volta in volta più inquietante, in un’atmosfera sempre più buia e asfissiante dove tutto brucia e gli incendi ardono anche dentro ai personaggi. Il ballo e l’incendio è un romanzo potente e audace, scritto con una prosa precisa e attenta che sommerge chi legge in un universo turbolento in cui i tre amici tentano di riportare indietro, recuperare, salvare, strappandolo al fuoco, un significato perduto oppure nuovo, una via che riporta a casa o un cammino verso la salvezza.

Daniel Saldaña París è il Philip Roth messicano –  Ottessa Moshfegh 

Daniel Saldaña París (Città del Messico, 1984) è poeta, saggista e romanziere, considerato uno dei più importanti scrittori messicani contemporanei. Il romanzo con cui ha esordito, In mezzo a strane vittime (2013) è stato finalista del premio «Best Translated Book», mentre con La linea madre (2018) è arrivato tra i finalisti del «Dublin Literary Award» nel 2022. Ha scritto un saggio, Aviones sobrevolando un monstruo (2021), ha pubblicato due raccolte di poesia, Esa pura materia (2008), vincitore del «Premio Nacional Jóvenes Jaime Reyes», e La máquina autobiográfica (2012). Vincitore di diverse borse di residenza (The MacDowell Colony, Omi International Centre for the Arts, Banff Center), nel 2019, insieme a Chloe Aridjis ha ottenuto il premio «Eccles Centre and Hay Festival Writer» che gli ha permesso di lavorare presso la British Library al suo romanzo Il ballo e l’incendio (2021) che è arrivato finalista al prestigioso «Premio Herralde de Novela».

Il ballo e l’incendio è il titolo numero venti di I Selvaggi, collana di narrativa ispanica e ispanoamericana della Polidoro editore, diretta da Massimiliano Bonatto.