La luce di Meridio. I guardiani di Vela

di John Caps

//La Luce di Meridio. I Guardiani di Vela

La Luce di Meridio. I Guardiani di Vela

16,90

Titolo: La Luce di Meridio. I Guardiani di Vela
Autore: John Caps
Editore: Alessandro Polidoro editore
Collana: Neverland
Genere: Fantasy
Uscita: maggio 2018
ISBN: 9788885737112

COD: 9788885737112 Categoria:

 

Robert sentì bruciare un fuoco violento dentro le vene; cercò di urlare qualcosa, ma la voce gli si spense in gola.

«Non opporle resistenza, lascia che scorra dentro di te» gli sussurrò Dan Gildow, ma le sue labbra non si erano mosse, come se avesse parlato direttamente alla sua mente.

«Io… io… cosa sono?».

 

Robert e Margareth non immaginano che nella tranquilla cittadina di Woodsallen si nasconda la setta di un’antica religione, i Guardiani di Vela, e che proprio le loro famiglie ne abbiano sempre fatto parte.

Di fronte alle stranezze di Robert e dei suoi incubi che gli lasciano cicatrici al risveglio, i due amici decidono di indagare, imbattendosi nelle rovine della Tomba del Druido, in un antica reliquia dall’immenso potere e nel dio che l’ha rivelato agli umani, Meridio.

Mentre i Guardiani combattono una guerra contro nemici violenti, Robert e i suoi nuovi amici si caleranno nella Tomba del Druido alla ricerca della Luce di Meridio.

I Guardiani di Vela, è il primo capitolo della tetralogia La Luce di Meridio, un romanzo adatto a tutte le età che ci proietta in un mondo di sette magiche e uomini dai grandi poteri. Un fantasy anni ’80, in cui compaiono foreste, rovine, figure leggendarie, e una mitologia tutta da scoprire, e dove l’amicizia è il valore più importante.

Ascolta la soundtrack di Luce di Meridio

John Caps, classe ’87 vive a Napoli. Laureato in giurisprudenza ha poi abbandonato la carriera per dedicarsi alla musica.
Appassionato del genere Fantasy, scrittore ipertrofico e musicista, ha scritto e composto le musiche per la tetralogia La Luce di Meridio, di cui questo è il primo volume.

«Da bambino ero un bugiardo incorreggibile. Non riuscivo a resistere alla tentazione di raccontare qualcosa di inverosimile al solo scopo di scatenare un’emozione inedita sul viso di chi mi ascoltava.
Crescendo, ho scoperto che esistevano bugie dal sapore dolce, “favole” capaci di distrarci dalla vita quotidiana e farci sentire un pochino meglio.
Per un tempo lunghissimo le ho continuate a raccontare solo a me stesso, e ho completato gli studi pensando che fossero un retaggio della mia infanzia. Poi, qualcosa si è incrinato. Il bambino che era dentro di me ha iniziato a piangere.
All’inizio non riuscivo a spiegarmelo, poi ho compreso che piangeva perché avevo dimenticato chi era.
Quel giorno la mia vita è cambiata. Avevo una missione ambiziosa da portare a termine: raccontare la favola più incredibile che avessi mai immaginato. Una storia così emozionante, che alla fine avrete voglia di raccontarla a vostra volta, perché le favole non appartengono a chi le inventa, ma a coloro che le amano»

Accetto le condizioni Privacy Policy ed il trattamento dati*