Vantaggi di viaggiare in treno di Antonio Orejudo

15,00

CONSEGNA IN 3 GIORNI LAVORATIVI

Titolo: Vantaggi di viaggiare in treno
Autore: Antonio Orejudo
Traduttore: Raul Schenardi
Prezzo: 15€
Pagine: 120

Dopo aver ricoverato il marito in una clinica psichiatrica, una donna sale in treno per tornare a Madrid. A bordo, uno sconosciuto all’improvviso le chiede: “Ti piacerebbe ascoltare la storia della mia vita?”. È Ángel Sanagustín, uno psichiatra che lavora proprio nella stessa clinica.

Specialista in disturbi della personalità, basa i suoi studi sugli scritti dei pazienti. Li porta con sé in una cartellina rossa, che raccoglie quindi casi di schizofrenia, di doppie vite o di pazienti paranoici. Durante una delle fermate, lo psichiatra scende per comprare un panino, ma perde il treno: e la donna resta con la cartellina rossa. Iniziamo così, con lei, a leggere le storie dei pazienti. Trascinato in un vortice grottesco, labirintico, di inquietante umorismo e satira feroce, di manie e complotti, il lettore sarà travolto da storie piene di inventiva, in un romanzo la cui struttura circolare si risolve tra colpi di scena e sorprese.

Il patto di credibilità tra lettore e autore vacilla spesso: qual è il confine tra la verità e la verosimiglianza, tra la sanità mentale e la follia, tra l’identità e il racconto?

«Lei dirà: certo, per questo si chiamano schizofrenici, perché la loro mente è scissa. Ma al giorno d’oggi, chi non è più o meno schizofrenico? Chi non ha avuto qualche volta la sensazione di essere osservato o sorvegliato? Chi non ha pensato qualche volta che un annunciatore alludesse a lui mentre dava una notizia?».

Nel 2019, con la regia di Aritz Moreno, dal romanzo è stato tratto il film omonimo Ventajas de viajar en tren.

Antonio Orejudo (Madrid, 1963). Dottore in Filologia ispanica, ha insegnato letteratura in diverse università degli Stati Uniti per sette anni. Oggi è titolare di una cattedra dell’Università di Almería. Ha pubblicato altri quattro romanzi: Fabulosas narraciones por historias, Reconstrucción (pubblicato in Italia da Neri Pozza nel 2005 con il titolo L’incisore di Lione), Un momento de descanso e il recente Los cinco y yo. Ventajas de viajar en tren è uscito per la prima volta nel 2000 (Alfaguara), vincendo il Premio Andalucia de Novela. Juan José Millás, che guidava la giuria, l’ha definito “un capolavoro”. È stato tradotto in Francia.

Vantaggi di viaggiare in treno è il numero dieci della nostra collana I Selvaggi.

 

Per saperne di più:

Antonio Orejudo tra gli ospiti del Salone di Torino 2022, ne parla Il Libraio

Tra le migliori uscite di maggio secondo Rivista Blam Style Magazine

12 aprile 2022 Il Corriere Torino

6 maggio 2022 La Settimana Tv

20 maggio 2022 Il Manifesto

22 maggio 2022 Il Corriere della Sera

23 maggio 2022 L’Indiependente

18 giugno 2022 Sicilian Post

25 giugno 2022 Robinson Repubblica

 

    Accetto le condizioni Privacy Policy ed il trattamento dati*


    Titolo

    Torna in cima